LaughingTrees Village Italia

L'unione di antiche conoscenze sciamaniche e l'avanguardia del pensiero olistico


Programma 2015 - 2016

9.-11. ottobre 2015: Il salto nell'ignoto

Integrare il passato per osare il Nuovo

Questo primo fine settimana del nuovo anno scolastico lo dedichiamo ad un incontro interessante: il lavoro sui tiranni, che non sono altro che nostre parti proiettate all'esterno. La domanda da porsi é come sono entrati dentro di noi? Possiamo iniziare col dire che sono il prodotto del modellamento dei nostri "creatori d’immagine": in prima fila ci sono i nostri famigliari. All'inizio sono loro a metterci più o meno consapevolmente in una "scatola", poi man mano si inizia a collaborare a questo sistema e questo fa sì che la scatola venga, in età adulta, mantenuta, curata e rinforzata da noi stessi. Per sopravvivere siamo diventati noi stessi i carcerieri all'interno della nostra stessa prigione: viviamo imprigionati in un carattere, fedeli a dei modelli, indossando maschere, il tutto senza sapere realmente chi siamo. Il processo di liberazione non avviene ovviamente in un giorno e questa dinamica non è un dramma bensì il gioco per il quale la nostra anima ha scelto di incarnarsi ora, in questa vita, in questa personalità.

 Quindi: divertiamoci!

Gli insegnamenti della via sciamanica della Dolce Medicina della Danza del Sole promuovono una pratica spirituale che è l'evoluzione delle antiche conoscenze dei Twisted Hairs. Lo scopo di questo sentiero è quello di lasciarsi alle spalle l'ignoranza, la schiavitù (anche mentale), il bigottismo, il razzismo, la guerra, i dogmi, la superstizione e seminare nelle future generazioni bellezza, potere, conoscenza e libertà.
Margaretha Colored Wings Doderer, Apprendista sulla via della Dolce Medicina della Danza del Sole dal 2003 è autorizzata dalla Deer Tribe Metis Medicine Society a condividere questi Insegnamenti nella sua Loggia di Gruppo di Studio .
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

06.-08. novembre 2015: Il fuoco della vita

Questo fine settimana è dedicato ad un altro passo per la propria liberazione dalla gabbia – creata da noi stessi con le nostre abitudini, il nostro modellamento, corazzamento, nostri pensieri e comportamenti disfunzionali. Una vita che non ho ascoltato la mia parte spirituale, ai miei bisogni universali e adesso, che inizio a dare ascolto a quello che è vivo dentro di me, lo vivo come un diritto, come una pretesa verso i altri: voglio amore! Ho un diritto di essere rispettato! Devi riconoscermi nella mia bellezza! In questo modo divento IO un tiranno per gli altri. Inizia una gara, chi ha più bisogni, chi ne ha espresso come primo o l’altra faccia della medaglia: cadiamo nella depressione, perché anche se finalmente vorrei dedicarmi a una vita spirituale, la mia vita stranamente non cambia. Anzi, diventa peggio, perché sono adesso consapevole di quello che sento e voglio, ma la gente, …..non capisce!

E’ un passo potente di poter vedersi come testimone neutrale senza diminuire l’auto-accettazione, l’autostima, l’auto-rispetto e quindi l’auto-amore. Per poter farlo è necessario di “fermare il tempo”. Cosi facendo non cadiamo nel automatismo e quindi nel nostro modo di reagire come vittima, preda o salvatore 
Gruppo di studio loggia della Dolce Medicina della Danza del Sole
 
Margaretha Colored Wings Doderer, Apprendista sulla via della Dolce Medicina della Danza del Sole dal 2003 è autorizzata dalla Deer Tribe Metis Medicine Society a condividere questi Insegnamenti nella sua Loggia di Gruppo di Studio .
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La camminata sui carboni ardenti ci aiuta a trasformare le nostre paure, le nostre emozioni negative e le nostre credenze limitanti in fiducia in noi stessi ed in forza interiore. Faremo esperienza di questa trasformazione e del motore di questa fonte di energia, che ci rende capaci di realizzare cose alle quali fino a ieri avevamo solo sognato.

Il fuoco brucia – questa è una credenza profondamente radicata nell’inconscio collettivo dell’umanità. Quando vediamo qualcun altro che cammina sui carboni ardenti e quando sentiamo noi stessi camminarci sopra, questa credenza viene scossa alla radice ed impariamo ad un livello molto profondo che TUTTO È POSSIBILE. Impariamo che siamo molto di più del nostro corpo fisico e rafforziamo la nostra connessione con il divino, con le forze dell’universo e con il nostro nucleo più profondo, la nostra anima

Peggy Dylan vede la camminata sui carboni ardenti come un’affermazione della nostra capacità ad accedere a questa fonte interiore di energia:

Energia, N/um, Chi, Prana, Ki, forza vitale

Ciò è il fuoco dello spirito, il fuoco interiore

Facilitatrice: Marion Eiselt


02.-06. dicembre 2015: L'ombra della città

LE OMBRE DELLA CITTA’: UN VIAGGIO DENTRO LO SCONOSCIUTO:

COME AFFRONTARE DIPENDENZE E DEPRESSIONE

Durante questo fine settimana entriamo nelle ombre dell’esistenza: le città sono una rappresentazione esterna della nostra città interna. I grandi boulevard, i centri commerciali, i palazzi sono ben visibili, ma c’è una vita nascosta ai margini di questa dimensione e “il sindaco della città non vuole sapere nulla”, esattamente come facciamo noi ignorando la parte alla deriva. Non solo gli individui soffrono di dipendenza, sessualità repressa, violenza negata e depressione ma interi gruppi, organizzazioni, comunità e anche interi paesi. La parte che si droga, che si nasconde, che non riesce a tenere il passo con le richieste di una società feroce si sentono i depressi, i falliti, i sofferenti, gli esclusi.

In questo incontro trattiamo gli stati alterati di coscienza, la trance in tutte le sue forme.

Come possiamo comprendere appieno il significato più profondo di depressioni e dipendenze? Prima di tutto per fare questo abbiamo bisogno di avere il coraggio di portare questi stati d'esperienza alla luce della nostra consapevolezza e fuori dalle ombre delle nostre città interiori ed esteriori.

Il metodo è l'arte dell'processo/Process Work

Insegnante: Ana Rhodes


04.-06. marzo 2016: Fermare il tempo

E’ il quarto incontro di questo anno scolastico, l’incontro della determinazione. Abbiamo conosciuto la nostra modalità di usare le frecce scure del biasimo, della colpa, del disprezzo, del come soffochiamo il fuoco della passione – il nostro e quello degli altri – nel lavoro con i tiranni.

A dicembre abbiamo sperimentato come le nostre parti marginalizzate interferiscono inconsapevolmente nella nostra vita e quanto il lavoro su di noi sia la base per un vita vissuta con passione, in bellezza ed in pace.

Tutto questo lavoro viene messo alla prova, quando ci troviamo di fronte a persone che non pensano e non si comportano come vorremmo. Come Counselor, come Operatore, succede, che all’interno di un seminario riusciamo a vivere a pieno gli insegnamenti e pensiamo finalmente d’aver capito qualcosa e poi, appena entriamo nella macchina o il giorno dopo, al lavoro o la sera stessa quando torniamo a casa, ci comportiamo come degli elefanti che soffrono di rabbia e siamo pronti a finire anche alle mani per soddisfare i nostri bisogni di essere ascoltati, rispettati ecc.

Chi conosce l’omeopatia sa, che questo è in parte l’effetto del peggioramento iniziale di una guarigione. Le parti, che non vogliano crescere, che hanno paura di cambiare, sono state allarmate ed iniziano ad usare tutte le strategie per rimanere dove sono, dove erano prima del percorso.

E’ all’interno del conflitto il luogo in cui posso allenarmi rimanendo connesso alla compassione nonostante una voce dentro di me vorrebbe vendetta, vorrebbe aver ragione, sogna la punizione.

E’ nel conflitto che posso fare la ginnastica della pazienza, della fiducia, dell’introspezione e della crescita anche se il mio bambino interiore vorrebbe consolazione, simpatia ed che sia l’altro che cambia…cosi che posso rimanere dove sono.

Ed ecco, questi sono i momenti in cui “fermare il tempo”, fare due, tre respiri e ricordarsi…. Ricordarsi perché siamo qui e chi siamo veramente.

Margaretha Colored Wings Doderer, Apprendista sulla via della Dolce Medicina della Danza del Sole dal 2003 è autorizzata dalla Deer Tribe Metis Medicine Society a condividere questi Insegnamenti nella sua Loggia di Gruppo di Studio

Gruppo di studio loggia della Dolce Medicina della Danza del Sole

------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica mattina Sandro Saudino continuerà con il lavoro sul sogno.

SAUDINO ALESSANDRO



27. aprile-01. maggio 2016: Il mito della vita

Il cervello non conosce la differenza tra una memoria e la realtà. Il nostro passato respira insieme al nostro presente, il nostro futuro e grazie alla legge d’attrazione continua ad attirare mostri del passato. Cambiare il passato significa cambiare il presente ed il futuro. Tutto quest’anno è dedicato a questo atto magico: se ci siamo raccontati che la nostra infanzia era un incubo, che eravamo vittime dei nostri genitori, vittime di vicini cattivi, di insegnanti incapaci, se ci ricordiamo solo che intorno a noi c’erano solo i cattivi, i predatori, gli ignoranti che non ci hanno capito… è chiaro che oggi sono il prodotto di questo vissuto che è diventato il mio sistema di credenze. E’ stato realmente così? La conseguenza di questa vita per forza deve essere dolore, sofferenza ed una vita mediocre? O sono forse un’eroina o un eroe sopravvissuta/o e rinforzata/o. Il vento del passato non mi ha reso quello che sono oggi: una quercia forte, un melo generoso, un cipresso compassionevole? Che tipo di bosco siamo? Insieme sogniamo il sogno degli umani. Dipende da noi se questo diventerà un sogno bellissimo o un incubo.

La teoria dell’Arte del Processo (Processwork) descrive tre livelli di consapevolezza, o, come si usa anche dire, tre livelli di realtà. Mentre nella comprensione comune il termine “realtà” si riferisce principalmente ai cosiddetti fenomeni “oggettivi”, il nostro mondo interiore – sogni, fantasie, emozioni, sensazioni del corpo, sensazioni soggettive – è altrettanto vero per una persona che la vive.

Nell’Arte del Processo questo regno si chiama “Dreamland – La Terra del Sogno”. E ‘pieno di mistero, significati simbolici, sentimenti profondi, e nuove possibilità. Si tratta di una fonte di modelli che influenzano la nostra vita quotidiana.

Durante questo workshop impareremo le modalità di accesso al potenziale della terra del Sogno. Svilupperemo i modelli che giacciono dietro i nostri problemi più acuti e i processi a lungo termine.

Ci concentreremo sui metodi visivi di accesso all’ignoto.

Lavoreremo su:

  • La Terra del Sogno come un regno di simboli, modelli e storie
  • Aspetti mitici e consensuali della vita di tutti i giorni
  • Ruolo e significato di sogni e visioni in culture diverse
  • Diversi approcci per lavorare con i sogni in psicologia moderna
  • Lavorare con i sogni con l’Arte del Processo
  • Consapevolezza del Mito – per quale ragione abbiamo bisogno di miti e fiabe
  • Tecniche di accesso a materiale sconosciuto attraverso il canale visivo (lavorare con l’immaginazione e la fantasia, amplificazioni di materiale visivo attraverso racconti, favole, fumetti, arte, disegno, scultura, ecc)
  • Il Mito della Vita – una visione su “ciò che riguarda la mia vita”
  • Sogni d’infanzia o primi ricordi come un modo per accedere a e cogliere la consapevolezza del mito della vita
  • Visioni, ricerca della visione, processi sciamanici.
  • Sognare come fonte di creatività: lavorare con i processi creativi

Testo da: www.artedelprocesso.com


Il metodo è l'arte dell'processo/Process Work

Insegnante: Ana Rhodes

23.-26. giugno 2016: Giornate Cerimoniali

CERIMONIE PERSONALI – CERIMONIE DI GATEWAY – RITI DI PASSAGGIO



Per questo incontro ci spostiamo: saremo ospiti della “Golden Horse Dreamers Lodge” a Gricigliano nelle montagne dietro Prato (FI). Abbiamo scelto di fare questo passo perché come Operatori o Counselor Olistici e semplicemente come umani uno dei passi fondamentali per uscire dalla sopravvivenza e per entrare nella meraviglia di una vita vissuta in pieno è confrontarsi con le nostre parti: quelle che non vogliamo vedere, quelle che marginalizziamo o/e che non conosciamo. Integrando, dentro di noi, questi tasselli creiamo un paesaggio ampio fatto di un'intrigante diversità. Questo ci permetterà in seguito di accogliere il disagio, la diversità dell'altro con compassione ed amore.

Questo passaggio possiamo farlo da soli, con un aiuto di un professionista della relazione d’aiuto o….con il canale universale che ci parla soprattutto tramite la natura.

Gli specchi che riceviamo nella natura sono chiari e non filtrati da pensieri umani e quindi arrivano attraverso: suoni, colori e modalità tipiche del mondo magico degli animali, delle piante, delle pietre, del vento, del fuoco o del silenzio.

----------------------------------------------------------------------

Le Giornate Cerimoniali sono l'evento annuale della Golden Horse Dreamers Lodge aperto a studenti, apprendisti, ricercatori dello spirito,
a quanti vogliono confrontarsi con se stessi, le proprie ombre e paure per portare fuori la luce e scoprire di più sul se naturale.
In questi giorni il maestro per eccellenza è la natura e lo spirito. 
Le cerimonie in programma sono veramente tante: ricerche della visione di uno o più notti/giorni, riti di passaggio, capanne di purificazione sciamanica...
ed avranno luogo all'interno di uno spazio alchemico che ognuno dei partecipanti imparerà a creare:
trovare il proprio luogo di potere... parlare con gli antenati... costruire una ruota di medicina e sigillarla... chiamare i poteri e lo spirito...
sono alcuni degli ingredienti necessari per assicurarsi la presenza di una alchimia appropriata così da ingaggiarsi ad alti livelli per la 
propria crescita e trasformazione.
Fai attenzione: le cerimonie sono pericolose, ti cambiano!


Lodge leader: Gabriella Venti Sussurranti Papini, apprendista della Dolce Medicina della Danza del Sole, autorizzata dalla Deer Tribe Metis Medicine Society a trasmettere questi insegnamenti, si è diplomata alle scuole sciamaniche RedLodge, dove è stata assistente insegnante per tre anni, e Bravo White Lodge, è Cerimonialista in Riti di Passaggio per Adolescenti ed Adulti ed in Riti di Passaggio sulla morte e sul morire.

Porta agli insegnamenti leggerezza ed umorismo.

Dolce Medicina della Danza del Sole

3.-10. Settembre 2016: Una vacanza olistica e Leadershiptraining al mare

Ogni anno all'inizio di settembre abbiamo un incontro al mare per condividere le nostre conoscenze (Open Space), mettere in pratica ciò che vogliamo sviluppare di più e
imparare nuovi strumenti di Leadership. Il metodo di quest'anno è di nuovo L'arte del Processo (Process Work).

E' una occasione di condivisione, di fare rete e di unire l'apprendimento con una vacanza olistica con tutta la famiglia.
E' anche un ottimo momento per conoscere la scuola di Laughingtrees: puoi venire per prendere delle sedute di Counseling e/o partecipare ai innumerevoli corsi, eventi, conferenze offerte da studenti, supervisori e lo staff di Laughingtrees.


6 & 7. Settembre 2016:
2 giorni Leadershiptraining con Ana Rhodes:

STARE INSIEME NEL FUOCO: LA RISOLUZIONE DEI CONFLITTI

La quota a carico degli esterni, quest'anno di soli 80 euro, include tutte le attività di laughingtrees, lo spazio all'interno dell' open space  e il seminario con Ana Rhodes.


Info Open Space, programma olistica della settimana:
Violante 3299348957
Delsa 3391260175