LaughingTrees Village Italia

L'unione di antiche conoscenze sciamaniche e l'avanguardia del pensiero olistico


07.-09. ottobre 2016: la danza degli scudi

Ricevi insegnamenti e fai esperienze riguardo al campo energetico umano o “Bozzolo Luminoso”: impari che sei molto di più di quello che credi di essere. Acquisisci la tecnica del Bilanciamento dei Chakra con i cristalli e ricevi insegnamenti sul Punto D’Assemblaggio (il punto d’unione di Castaneda) e sui modi per “spostarlo” in modo da avere una maggior chiarezza e centratura nella tua percezione della realtà.
Noi umani siamo un Microcosmo, un riflesso del Macrocosmo universale nel quale dodici pianeti con vita umana ruotano attorno al proprio sole. Qui conosci il tuo microcosmo con i Cinque Scudi e Sette Danzatori energetici che ruotano intorno al tuo Sole interiore e tengono la tua Personalità Spirito nella materia affinché la tua anima possa maturare.  

Margaretha Colored Wings Doderer, Apprendista sulla via della Dolce Medicina della Danza del Sole dal 2003 è autorizzata dalla Deer Tribe Metis Medicine Society a condividere questi Insegnamenti nella sua Loggia di Gruppo di Studio

DOLCE MEDICINA DELLA DANZA DEL SOLE

Dove: Loc. Il Galluzzo, Umbria

Sandro Saudino continua il lavoro "sognare il sogno"



16.-20. novembre 2016: celebrare l'amore, il sesso e l'intimità, Parte I

In questo seminario iniziamo ad esplorare la connessione tra le diverse ma correlate forze creative di sesso, amore e intimità. Il focus in questo corso è sulla relazione. Poi a febbraio su Tenerife ci dedicheremo di più sulla sessualità.


La sottigliezza di intimità, la natura estatica di amore e i fuochi della passione sono le risorse interne di trasformazione nel nostro cammino umano.

Amare è un percorso a portare la pienezza di ciò che siamo in profondo contatto tra di noi. La sessualità è un processo di comunicazione e un luogo in cui molti dei nostri problemi si incontrano, come la storia personale e potenziali abusi o vergogna, ma è anche un luogo di esperienze transpersonali in cui ci uniamo con la nostra forza vitale

e dove possiamo incontrare la nostra integrità.

Molti di noi entrano in stati alterati, non appena ci avviciniamo gli uni agli altri. L'intimità e la vicinanza sono momenti di comunicazione sottile che

può consentire un profondo apprendimento, guarigione e trasformazione.


Durante questo viaggio esperienziale creeremo insieme uno spazio di sicurezza dove possiamo esplorare i sogni Alti (High-dreams) e sogni Bassi (Low-dreams) nelle relazioni. Noi onoreremo il nostro ritmo di relazionarsi e apprendiamo le competenze e la consapevolezza di sostenere un senso di libertà e di gioia per fiorire pienamente nei nostri rapporti.


Studieremo e lavoreremo su concetti di base del Processwork e delle Relazioni che includeranno i seguenti temi:


  • Segnali non intenzionali (doppi segnali) come la lingua della realtà di sottofondo del sogno
  • Notare e affrontare i feedback
  • I livelli delle relazioni (intra, interpersonale e il campo)
  • Limiti di crescita nelle relazioni (teoria del doppio limite)
  • Ruoli e figure di sogno nei rapporti
  • Sognarsi (attraverso l’altro) – Dreaming up
  • Entanglement
  • Il Ciclo di Risoluzione del Conflitto
  • Diventare consapevoli dei privilegi, del rango e del potere nelle relazioni.

Questo seminario accoglie la diversità in tutti i settori, come ad esempio: l'orientamento sessuale, stile di relazione, sesso, razza, età, stato di relazione (singolo,

coppie o altro) background culturale ... ecc.

Dove: Loc. Il Galluzzo, Umbria

09.-11. dicembre 2016: il movimento infinito

Impari come nella vita, quando sei nel “Cerchio delle Volpi”, ripeti automaticamente e all' infinito gli stessi modelli di comportamento, spesso dolorosi. Usando il Movimento Infinito come strumento, con la "Danza del Coyote" ed il "Cammino del Lupo", impari ad interrompere quei modelli di dolore, trasformandoli in modelli produttivi che portano piacere e crescita.

Margaretha Colored Wings Doderer, Apprendista sulla via della Dolce Medicina della Danza del Sole dal 2003 è autorizzata dalla Deer Tribe Metis Medicine Society a condividere questi Insegnamenti nella sua Loggia di Gruppo di Studio

Sandro Saudino continua il lavoro "sognare il sogno" 

Dove: Loc. Il Galluzzo, Umbria



20.-27. febbraio 2017: celebrare l'amore, il sesso e l'intimità

In questo seminario continuiamo ad esplorare la connessione tra le diverse ma correlate forze creative di sesso, amore e intimità. Il focus in questo corso è sulla intimità e il sesso. 


La sottigliezza di intimità, la natura estatica di amore e i fuochi della passione sono le risorse interne di trasformazione nel nostro cammino umano.

Amare è un percorso a portare la pienezza di ciò che siamo in profondo contatto tra di noi. La sessualità è un processo di comunicazione e un luogo in cui molti dei nostri problemi si incontrano, come la storia personale e potenziali abusi o vergogna, ma è anche un luogo di esperienze transpersonali in cui ci uniamo con la nostra forza vitale

e dove possiamo incontrare la nostra integrità.

Molti di noi entrano in stati alterati, non appena ci avviciniamo gli uni agli altri. L'intimità e la vicinanza sono momenti di comunicazione sottile che

può consentire un profondo apprendimento, guarigione e trasformazione.


Durante questo viaggio esperienziale creeremo insieme uno spazio di sicurezza dove possiamo esplorare i sogni Alti (High-dreams) e sogni Bassi (Low-dreams) nelle relazioni. Noi onoreremo il nostro ritmo di relazionarsi e apprendiamo le competenze e la consapevolezza di sostenere un senso di libertà e di gioia per fiorire pienamente nei nostri rapporti.

Questo seminario accoglie la diversità in tutti i settori, come ad esempio: l'orientamento sessuale, stile di relazione, sesso, razza, età, stato di relazione (singolo,

coppie o altro) background culturale ... ecc.

Dove: Tenerife Nord

Corso aperto per tutti


10.-14. maggio 2017: stare insieme nel fuoco. La facilitazione dei conflitti nel WorldWork

Il conflitto è una parte inevitabile dell’esperienza umana, una tensione creativa che si pone tra le due forze opposte di caos ed ordine. Un conflitto non trasformato è una fonte di stress cronico, di insoddisfazione e malattia. Può intensificarsi in vari modi. Nelle organizzazioni può sabotare gli obiettivi strategici e contribuire all’esaurimento (burnout) e al ricambio di personale. Nel mondo esso è la radice dell’oppressione e della violenza.


Il conflitto, tuttavia, può anche essere una fonte di trasformazione e cambiamento. Quando l’energia contenuta nel conflitto in forma di forza distruttiva priva di coscienza può essere trasformata, diventa un’opportunità creativa che facilita una connessione più profonda nei rapporti.

 

* Proprio come lo Ying e lo Yang degli antichi taoisti, l’essenza di tutte le parti è il Tutto.

 

Il conflitto al quale viene data la possibilità di dispiegarsi e disvelarsi, alimenta la crescita personale, promuove relazioni profonde, facilita il cambiamento organizzativo e crea comunità.

 

Contenuto

 

Impareremo come facilitare e rimanere presenti nel fuoco del conflitto. Creeremo un ambiente in cui siamo in grado di esplorare le questioni di fondo e trovare soluzioni del tipo “io vinco, tu vinci”.

Questo ci aiuterà ad approfondire le nostre relazioni e facilitare il cambiamento personale, relazionale e della cultura organizzativa.

 

Profondamente esperienziale, questa formazione dà enfasi alle competenze pratiche e agli strumenti della facilitazione necessari per trasformare situazioni polarizzate, manifestatesi dentro di noi, nelle nostre relazioni, in un contesto di gruppo o nel contesto più ampio del mondo, le sue influenze storiche, gli spiriti del tempo (timespirits) e le situazioni imprevedibili e inaspettate.

 

In questo seminario impareremo come:

 

  1. facilitare la nostra tensione, indecisione, dubbi interiori e nostri limiti.

 

  1. dispiegare e svelare l’utile messaggio dei doppi segnali nella comunicazione

 

  1. facilitare le dinamiche di rango, potere e privilegi

 

  1. retroazione (feedback)

 

  1. sviluppare le nostre “eldership”, meta-tecniche e meta-posizioni.

 

  1. analisi dei ruoli e della teoria dei campi

  1. come distinguere tra una voce personale ed un ruolo

 

  1. facilitare i processi di gruppo e la diversità.

 

Questa formazione è particolarmente utile per le persone interessate ad aumentare la loro capacità di facilitare le questioni relative alla diversità di tutti i tipi, sia esterne che interne e le tensioni all'interno dei diversi gruppi e agenti. Le persone in ruoli di leadership; chiunque sia interessato al facilitare processi di cambiamento sociale, consulenti e creatori di comunità.

 

Il metodo:

 

La Deep Democracy, sviluppata da Arnold Mindell e dalla scuola internazionale di Process Work negli ultimi trent’anni, è innanzitutto un’attitudine, quello speciale sentimento di fiducia che ogni parte di noi stessi e tutti i punti di vista nel mondo che ci circonda sono necessari: mira a far emergere ciò che sta oltre quella linea invisibile che separa il conscio dall’inconscio. Maggiormente sono consapevole del mio potere, del mio rango e del mio ruolo in una determinata situazione, minore sarà la probabilità che io abusi di chi mi sta intorno. Democrazia Profonda significa che tutti possono sognare, sentire, esprimersi liberamente, anche se questo genera tensioni e conflitti.

 

‘Lavorare attraverso il conflitto può condurre a una pace migliore, una pace che onora le differenze’

 

La Deep Democracy ha come assunto di base che la comunità è un qualcosa di sacro, il migliore dei maestri, l’ologramma perfetto di me stessa e del mondo. E’ l’ascolto di tutte le voci della comunità che mi permette di acquisire nuove consapevolezze, ed il processo attraverso cui questo accade è qualcosa di magico e imprevedibile: quando trovo la forza per affrontare un conflitto, quando mi siedo in quel fuoco denso di cambiamento, lì guarisco le mie ferite più profonde.

 

La facilitazione di un processo di gruppo attraverso la democrazia profonda può essere utile in tutte le fasi, da quella iniziale della formazione e progettazione, allo sviluppo, al conflitto: la facilitatrice sa che il gruppo ha le risposte al suo interno e cerca di portar luce sui nodi che bloccano il fluire del processo, consapevole che il lavoro personale, quello di gruppo e quello più ampio su scala sociale sono tutti interconnessi.

Testo dal sito: www.artedelprocesso.com



04-06. Agosto 2017: lo sciamanesimo incontra la democrazia profonda

La Democrazia Profonda è un termine coniato da Arnold Mindell - analista junghiano e creatore di un nuovo approccio terapeutico chiamato Arte del Processo (o Process Work).

 

"La democrazia profonda" è un importante principio di base per la comprensione dei processi individuali e di gruppo. Inizia con il proprio sé, portando tutto ciò che siamo sul tavolo, anche quelle parti, qualità, abitudini, sentimenti e pensieri che si tende a reprimere, che ci mettono a disagio e/o marginalizziamo. Lo stesso vale per organismi più grandi, come gruppi e Team di lavoro. Il nostro obiettivo è quello di garantire che tutte le voci siano ascoltate - anche quelle che percepiamo come minacciose o che si aggirano come "fantasmi" nel sottofondo della nostra quotidianità- e stare con le tensioni del gruppo in maniera efficace, permettendoci di essere testimoni della trasformazione alchemica e fare scoperte sorprendenti.

 

Quando ci permettiamo di essere consapevoli di eventi e sentimenti che apparentemente sembrano di poca importanza, possiamo scoprirne tutto il potenziale che possono offrirci: soluzioni nuove e fresche rispetto ai conflitti (interni ed esterni). A differenza dalla Democrazia della maggioranza, la Democrazia Profonda suggerisce di considerare come importanti tutte le voci, tutti gli stati di consapevolezza e paradigmi.

 

La democrazia profonda considera tutte le informazioni, che ci giungono dai diversi livelli di consapevolezza, come fonti necessarie per comprendere l'intero processo di un “sistema”.

 

Process Work (Arte del processo) e la Democrazia Profonda (Deep Democracy) riuniscono il lavoro esterno di attivismo sociale con il lavoro interiore della psicologia e meditazione, radicata nella nostra connessione con la terra – la terra intesa come un essere vivente che sente.

 

Uno degli obiettivi più importanti della Democrazia Profonda è nutrire la consapevolezza della diversità e anche la nostra naturale tendenza a discriminare ed emarginare parti indesiderate. Quando una certa tensione o una complessità sociale sorgono, c'è spesso una tendenza a marginalizzare anche la nostra diversità interiore. In sostanza la Democrazia Profonda promuove la consapevolezza all'interno e all’esterno di sé stessi o di in gruppo, permettendoci di rimanere, con più consapevolezza, nel fuoco del conflitto, per intravederne i segnali prima che insorgano completamente.

 

Tratto da un testo di: Robert Palusinski


Il facilitatore del corso:

 

Robert Palusinski - che ha oltre 18 anni di pratica sciamanica e da 15 anni lavora come Psicoterapeuta specializzato in Process Work - fonde la sua esperienza sciamanica con strumenti terapeutici. Lavora come facilitatore di gruppi dal 1998 e dal 2002 anche come terapeuta e coach, utilizzando Process Oriented Psychology (Process Work). Lavora in Polonia, Estonia, Germania, Slovacchia e ha portato Process Work e la Democrazia Profonda in Italia.

More: http://deepdemocracycases.blogspot.com/2014/01/a bout-me.html


Durante il seminario troveremo le risposte alle seguenti domande:

- Quali mia attitudine più profonda può tornarmi utile nelle mie relazioni?

-Come possiamo affrontare le complessità che sorgono quando i gruppi e gli individui, con diversi livelli di privilegi, interagiscono cercando di portare avanti un progetto?

-Come possiamo costruire comunità e abbracciare la diversità?

-Come possiamo facilitare conflitti accesi e trasformarli in momenti di incontro?

-Come possiamo affrontare il tema del potere, le sfide dei ruoli e ranghi differenti?

-Come possiamo usare l'intuizione e i messaggi del corpo nel lavoro con i gruppi?

-Come possiamo allenare la nostra consapevolezza, attingendo ad antiche conoscenze sciamaniche, a vedere in anticipo quello che sta cercando di accadere?

-Come possiamo viaggiare in altre dimensioni (o mondi) e riportare nel presente informazioni utili per il gruppo?

 

Durante i 5 giorni di formazione combineremo teoria, esercizi pratici e condivisioni. Esplorando inoltre, come parte del workshop, processi concreti e reali’ relativi al gruppo o a membri di esso.

Dove:Agriturismo “Le Torracce”, Valfabbrica PG

Insegnante: Robert Palusinski


 

02-07. Settembre 2017: TEAMWORK - Io sono te

Questi sette giorni includeranno Training ed esperienze in grandi e piccoli gruppi dove i diversi temi e problemi verranno elaborato con 2 diversi metodi: i primi 2 giorni saranno dedicati al seminario di Ana Rhodes ed il metodo di Deep Democracy. I altri 4 giorni usiamo la conoscenza di questo corso al interno del cerchio e la Via del Council per sviluppare diversi stili di facilitare conflitti nel teamwork. Piccoli gruppi si incontreranno regolarmente per praticare dei esercizi specifici e processarle in un setting più intimo.

• Imparare i metodi per sostenere la diversità e multi-culturale di comunicazione, che comprendono riconoscere dinamiche di privilegio e pregiudizio.
• Imparare metodi di pratica di facilitazione conflitto tra polarizzazioni di mappatura e ruoli, e notando e facilitare, a hot spot.
• Riconoscere le dinamiche di oppressione, la responsabilità, e la vendetta.
• Ulteriori informazioni su il principio e la pratica della 'democrazia profonda', riconoscendo che le comunità trovano risoluzione e una via d'uscita quando vi è una interazione di tutti i punti di vista e dimensioni dell'esperienza.
• Maggiori capacità di lavoro interni di rimanere presente come facilitatore, senza essere catturati in una posizione polarizzata, in mezzo a tensioni e l'emotività.
• conoscere la connessione della propria storia personale e le questioni collettive e conflitti, esplorando come si prende parte al perpetuarsi del conflitto, e / o la sua risoluzione.
• Sviluppare la consapevolezza dei diritti umani nei settori della cultura, razza, socio-economia, religione, sesso, orientamento sessuale, disabilità, salute, educazione, età.
• Sviluppare le capacità di leadership basata sulla consapevolezza e la facilitazione, piuttosto che il dominio.
• Imparare e squadra pratica costruzione di competenze e la fiducia necessaria per la negoziazione e la collaborazione, in particolare in situazioni multiculturali.

Metodi:

1 - Deep Democracy:
La Democrazia Profonda è un termine coniato da Arnold Mindell - analista junghiano e creatore di un nuovo approccio terapeutico chiamato Arte del Processo (o Process Work).
"La democrazia profonda" è un importante principio di base per la comprensione dei processi individuali e di gruppo. Inizia con il proprio sé, portando tutto ciò che siamo sul tavolo, anche quelle parti, qualità, abitudini, sentimenti e pensieri che si tende a reprimere, che ci mettono a disagio e/o marginalizziamo. Lo stesso vale per organismi più grandi, come gruppi, squadre e luoghi di lavoro. Il nostro obiettivo è quello di garantire che tutte le voci siano ascoltate - comprese quelle che sono difficili o sfidanti da sentire o sono come "fantasmi" - e stare con le tensioni di gruppo in modo efficace permettendoci di essere testimoni della trasformazione alchemica e fare scoperte sorprendenti.

Facilitatrice: Ana Rhodes. Psicoterapista Transpersonale, supervisore e coach formatasi in Process Oriented Psicology, Democrazia profonda (Deep Democracy) ed altre metodologie.

Da anni conduce trainings in tutto il mondo sui temi della Leadership, della gestione dei gruppi e della facilitazione creativa dei conflitti

2 - Una via del Council
‘The Way of Council’ (TWC) è una forma di comunicazione non gerarchica e senza violenza, una pratica che costruisce comunità, un metodo per sostenere processi di gruppo, crisi e conflitti. TWC può essere utilizzato in tutti i campi della vita: a scuola, nelle famiglie, nelle aziende, nelle squadre, in partnership personali, nelle comunità per il processo decisionale, per onorare realizzazione, nella gestione dei conflitti, per riflessione, nel lavoro di pace e di riconciliazione ecc.

Facilitatrice: Galit Hanien
Galit Hanien si è formata in ‘Counci’l e ‘Flesh & Spirit’ con Jack Zimmerrman e Dr. Jacquelyn Meccandless (USA). E' trainer nel Way of Council e ha fondato il Centro di “Council Insight” in Israele insieme al suo marito Shay Hanien. Insieme portano The Way of Council in imprese, organizzazioni, comunità e famiglie. Entrambi hanno un master dal “Ecole Superieure de Gestion” di Parigi. Galit ha una lau¬rea in Gestione delle Risorse Umane.

Dove: Il Campeggio di Capalbio

Insegnanti: Galit Hanien, Ana Rhodes