LaughingTrees Village Italia

L'unione di antiche conoscenze sciamaniche e l'avanguardia del pensiero olistico


Secondo la cultura sciamanica si ritiene che durante esperienze dolorose o traumatiche un pezzo dell’anima si distacchi per andare “altrove”, siamo così profondamente feriti e spaventati che questa parte lascia energicamente ll corpo e non torna perché non vuole risoffrire lo stesso trauma o dolore di nuovo. Vari sono i sintomi che possono indicare che il cliente che stiamo vedendo stia soffrendo di “Soul Loss”, uno è per esempio il non ricordo dei sogni, così come una depressione cronica od una scarsa autostima.

In questo training lungo, in due incontri, per imparare la tecnica sciamanica del” Recupero dell’Anima “, per il quale è richiesto che il partecipante abbia già una vasta esperienza di Viaggi Sciamanici nelle Realtà non Ordinarie col tamburo, Daila Michaela Consolaro – insegnante di tecniche sciamaniche formata da Sandra Ingerman - insegna come, col suo permesso, fare un Viaggio Sciamanico per andare a recuperare i pezzi perduti dell’anima di un’altra persona ed a reintegrarli energeticamente in lei, ed a come seguirla nel delicato processo di integrazione. Si richiede che i partecipanti si leggano in precedenza il libro, edizioni Crisalide, di Sandra Ingerman “ IL recupero dell’Anima “ e se possibile, non tradotto ancora dall’Inglese, dell’HarperSanFrancisco “Welcome Home - life after Healing following your Soul’s Journey home

COME SI MANIFESTA UNA MALATTIA O PERDITA DELL’ANIMA: SINTOMI

Sguardo fisso ed assente, stati di depressione minore, malanni ricorrenti, assenza di creatività, svogliatezza, apatia nei confronti della vita, sfiducia…molti sono i segnali e stati emotivi che la nostra società chiama “negativi” sono segnali che l’Anima è in parte o totalmente assente, fuggita in altri luoghi dell’Altra Realtà, in attesa di ritornare.

Lo stato più eclatante di manifestazione di assenza dell’Anima è lo stato di coma, dove il soggetto è ancora vivo, il copro mantiene le forze vitali minime, lo Spirito è presente (altrimenti l’individuo sarebbe trapassato) ma non c’è quella connessione vitale che “anima” il soggetto.

Al ritorno dallo stato di coma, anche l’Anima del soggetto ritorna e viceversa.



 

CAUSE DELLA PERDITA DELL’ANIMA (totale o parziale)

  • Incidenti fisici (domestici, incidenti d’auto, traumi da caduta, ferite…etc..)
  • Traumi psicoemotivi da perdita o distacco (separazioni coniugali, lutti, separazioni per motivi di lavoro, emigrazioni…)
  • Amori o amicizie infrante
  • Aborti e traumi perinatali
  • Gravi malattie e infermità
  • Traumi psico emotivi da shock (guerre, testimonianze di omicidi e suicidi o catastrofi naturali)
  • Relazioni turbolente vittima/carnefice (sia di coppia che famigliari)
  • Abusi sessuali (di qualsiasi tipo, pedofilia o in stato di adulto)
  • Forti sentimenti conflittuali in ambito personale o lavorativo (invidia, gelosia, possessività, ricatto, minaccia…)
  • Fasi di passaggio di vita intense con difficoltà di adattamento quali adolescenza, maturità adulta (la famosa “crisi dei 40 anni”), senilità, etc…


PROGRAMMA ANNUALE 2017-2018